📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

Borsa Usa in calo in attesa dati inflazione, decisione Fed, Apple rimbalza

Pubblicato 11.06.2024, 17:05
Aggiornato 11.06.2024, 17:10
© Reuters. Un cartello stradale di Wall Street è visibile all'esterno della Borsa di New York (Nyse) a New York City, New York, Stati Uniti, 19 luglio 2021. REUTERS/Andrew Kelly
GM
-
C
-
BAC
-
MSFT
-
JPM
-
AAPL
-
AMZN
-
CLF
-
TSLA
-
META
-
COIN
-

(Reuters) - I principali indici di Wall Street scivolano, mentre l'entusiasmo degli investitori viene smorzato da un approccio cauto in vista di un'importante lettura dell'inflazione e di un annuncio della Federal Reserve sulla politica monetaria previsto in settimana.

Intorno alle 16,40, il titolo di Apple recupera il 3,3%, raggiungendo un massimo storico dopo il calo registrato nella seduta precedente, in seguito alla tanto attesa presentazione sulla strategia di intelligenza artificiale mostrata ieri alla conferenza dei developer.

Intanto, le principali banche, tra cui JPMorgan Chase & Co (NYSE:JPM), Citigroup e Bank of America (NYSE:BAC) perdono oltre il 2%, facendo scendere l'indice bancario più ampio ai minimi di sette settimane.

In rosso anche i titoli 'growth', con Microsoft (NASDAQ:MSFT), Meta Platforms e Amazon (NASDAQ:AMZN) in ribasso tra lo 0,2% e lo 0,5%, mentre Tesla (NASDAQ:TSLA) cede oltre il 2%.

Il Dow Jones Industrial Average è in calo di 216,68 punti, pari allo 0,56%, a 38.651,36, l'S&P 500 perde 15,29 punti, pari allo 0,29%, a 5.345,50, e il Nasdaq Composite cala di 18,11 punti, pari allo 0,11%, a 17.174,42.

I titoli legati alle criptovalute perdono terreno, mentre il bitcoin scende del 3,8%, con i miner di bitcoin Riot Platforms (NASDAQ:RIOT) e Marathon Digital (NASDAQ:MARA) e la borsa di criptovalute Coinbase (NASDAQ:COIN) tutti in calo intorno tra il 4,1% e il 6,5%.

© Reuters. Un cartello stradale di Wall Street è visibile all'esterno della Borsa di New York (Nyse) a New York City, New York, Stati Uniti, 19 luglio 2021. REUTERS/Andrew Kelly

General Motors (NYSE:GM) guadagna oltre l'1% dopo che la casa automobilistica ha annunciato un piano di riacquisto di azioni da 6 miliardi di dollari.

Cleveland-Cliffs scende del 4,6% dopo che il broker J.P.Morgan ha declassato il titolo del produttore di acciaio a "neutral" da "overweight".

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.