📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

Amazon Prime Video costringe Netflix a ridurre le sue tariffe

Pubblicato 14.06.2024, 17:30
Amazon Prime Video costringe Netflix a ridurre le sue tariffe
AMZN
-
NFLX
-

Benzinga - Con una svolta significativa nel mercato degli annunci pubblicitari in streaming, Amazon.com Inc. (NASDAQ:NASDAQ:AMZN) ha provocato una grave turbativa per Netflix Inc. (NASDAQ:NFLX) introducendo una versione ad-supported del suo servizio Prime Video.

Cosa è successo

La mossa di Amazon di convertire l'intera base di abbonati a Prime Video in una versione ad-supported ha portato a una significativa diminuzione dei prezzi degli annunci per tutti, compresi Netflix, YouTube di Alphabet (NASDAQ:GOOGL) Inc (NASDAQ:GOOG) (NASDAQ:GOOGL) e le reti televisive, come riportato dal Wall Street Journal. Ciò ha avuto un impatto sulle trattative che queste piattaforme stanno conducendo con gli inserzionisti per la prossima stagione televisiva.

Netflix ha risposto riducendo le tariffe pubblicitarie e introducendo nuove offerte, come il product placement, per attirare gli inserzionisti. Il gigante dello streaming avrebbe chiesto ad alcuni marchi di pagare tra i 29 e i 35 dollari per raggiungere 1.000 spettatori, una riduzione significativa rispetto ai 39-45 dollari richiesti la scorsa estate.

Il livello ad-supported di Amazon Prime Video ha una portata media di 115 milioni di spettatori mensili negli Stati Uniti, mentre il livello ad di Netflix raggiunge 40 milioni di utenti attivi mensili a livello globale.

All'inizio di quest'anno, Amazon Prime Video ha fatto il suo ingresso nel mercato delle TV connesse. L'analista dei media Michael Nathanson ha riferito agli investitori mercoledì scorso che, a distanza di quasi sei mesi, l'impatto di questa interruzione sta iniziando a emergere.

Durante le trattative per l'upfront, Netflix sta offrendo pacchetti pubblicitari a prezzi maggiorati che consentono agli inserzionisti di integrare i loro prodotti e servizi in programmi selezionati, secondo alcuni inserzionisti. Secondo il report, questi programmi includono una serie drammatica sull'equitazione con Tim (BIT:TLIT) McGraw, di cui ha parlato un inserzionista.

"Per molti versi Amazon sta costruendo la killer app", ha dichiarato John Terrana, chief media officer della società pubblicitaria VaynerMedia. Ha contenuti premium, sport dal vivo e una scala immensa, che consente agli inserzionisti di indirizzare gli annunci ai loro clienti e spesso di tracciare se uno spettatore ha acquistato il prodotto sulla piattaforma.

Perché è importante

Secondo il report, l'offerta di Netflix per l'acquisto di spazi pubblicitari in anticipo non ha un buon tempismo. Diverse società che possiedono annunci pubblicitari, che gestiscono annualmente miliardi di spesa pubblicitaria su varie piattaforme mediatiche per i loro clienti, sono attualmente in lizza per il lucrativo account di Amazon per l'acquisto di annunci.

Secondo gli ad buyer, per ottenere il favore di Amazon durante la gara, molte agenzie potrebbero impegnarsi ad acquistare una quantità significativa di tempo pubblicitario da Amazon per conto dei loro clienti.

Il recente annuncio di Netflix di una nuova gara di mangiatori di hot dog, "Chestnut vs. Kobayashi: Unfinished Beef", evidenzia la sua strategia di attrarre spettatori attraverso eventi unici dal vivo. La gara, che vedrà protagonisti Joey Chestnut e Takeru Kobayashi, andrà in onda il 2 settembre, dopo l'esclusione di Chestnut dalla gara di mangiatori di hot dog Nathan's Famous del 4 luglio, a causa di un accordo con un marchio concorrente.

Questo evento dal vivo fa parte della più ampia strategia di Netflix per diversificare l'offerta di contenuti e attirare un maggior numero di spettatori sul suo livello ad-supported. Integrando eventi unici e posizionamenti di prodotti, Netflix mira a competere più efficacemente con l'ampio inventario pubblicitario e le strategie di prezzo di Amazon.

Prezzo delle azioni

Il titolo di Netflix Inc. ha chiuso a 653,26 dollari, in rialzo dello 0,49% giovedì; nel trading pre-market di venerdì è sceso dello 0,76%. Il titolo di Amazon ha chiuso a 183,83 dollari giovedì, mentre è sceso dello 0,48% nel trading pre-market di venerdì, secondo i dati di Benzinga Pro.

Per ulteriori aggiornamenti su questo argomento, aggiungi Benzinga Italia ai tuoi preferiti oppure seguici sui nostri canali social: X e Facebook (NASDAQ:META).

Ricevi informazioni esclusive sui movimenti di mercato 30 minuti prima degli altri trader

La prova gratuita di 14 giorni di Benzinga Pro, disponibile solo in inglese, ti permette di accedere ad informazioni esclusive per poter ricevere segnali di trading utilizzabili prima di milioni di altri trader. CLICCA QUI per iniziare la prova gratuita.

Foto di cortesia: Thibault Penin su Unsplash

Leggi l’articolo anche in Benzinga Italia

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.