🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Borsa Milano incerta, attende esiti Fed, corre Terna, strappa Fincantieri, giù Poste

Pubblicato 20.03.2024, 13:03
© Reuters. Dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano.  REUTERS/Alessandro Garofalo
IT40
-
TRN
-
BAMI
-
EMII
-
SFER
-
BCU
-
MONC
-
FCT
-
PST
-

MILANO (Reuters) - Indici piatti a Piazza Affari, non lontani da quanto sta accadendo sugli altri listini europei, in un mercato che rimane cauto e in modalità di attesa della fine del meeting della Fed stasera e che si concentra su singoli spunti nel listino.

Se è scontato che la banca centrale statunitense manterrà il costo del denaro fermo al 5,25%-5,50%, gli investitori attendono dalla parole di Powell nuove indicazioni sulle tempistiche del taglio dei tassi quest'anno.

A pesare sulle borse europee il forte calo del settore lusso dopo l'allarme sui ricavi lanciato da Kering (EPA:PRTP) che sta perdendo il 14% alla Borsa di Parigi.

Intorno alle 12,10 il Ftse Mib è in frazionale calo dello 0,07%. Volumi non eccessivi, ancora sotto quota 1 miliardo di euro.

I titoli in evidenza oggi:

Andamento sprint per Terna (BIT:TRN), che balza del 4,3% dopo l'annuncio del piano industriale al 2028 che prevede investimenti complessivi pari a 16,5 miliardi, il livello più alto mai registrato nella storia del gruppo, in crescita del 65% rispetto al piano precedente, con il mercato che apprezza in particolare l'aumento di quelli regolati.

Effetto opposto, invece, su Poste Italiane (BIT:PST), in flessione del 2,7% con il mercato che non sembra apprezzare il piano annunciato stamani, che ha target finanziari complessivamente in linea o leggermente inferiori alle attese.

Lettera su tutto il settore del lusso europeo, colpito dal 'warning' lanciato da Kering sui ricavi del primo trimestre che potrebbero scendere del 10% a causa del rallentamento del marchio Gucci. A Milano Moncler (BIT:MONC) perde lo 0,55%, in recupero dai minimi di seduta, così come per Brunello Cucinelli (BIT:BCU) che cede lo 0,6% e Ferragamo (BIT:SFER) l'1%. Secondo Equita, oggi è possibile una debolezza dell’intero settore, a causa del "read across" "anche se vediamo le difficoltà di Gucci come piuttosto brand-specific", sottolinea il broker.

© Reuters. Dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano.  REUTERS/Alessandro Garofalo

Tra i bancari, generalmente venduti quest'oggi, emergono Banco Bpm (BIT:BAMI) in crescita dello 0,4% dopo che Citigroup ha riavviato la copertura sul titolo con rating 'Buy' e un prezzo obiettivo a 6,85 euro e Bper (BIT:EMII) (+0,5%).

Molto forte Fincantieri (BIT:FCT) in salita di oltre il 7%. Il titolo è in un canale rialzista che dura da ben 12 sedute consecutive con rialzo cumulato di oltre il 42% che l'ha portato sui massimi da novembre 2021. A spingere il titolo sono sempre le indiscrezioni relative alla possibile acquisizione di Wass, la divisione attiva nella produzione di siluri e sonar con competenze nel settore dei droni subacquei, da Leonardo (-0,3%). Equita cita il quotidiano Il terreno, secondo cui in primavera potrebbe concretizzarsi il deal. "Il valore dell’operazione riportato è di 200-300 milioni o anche più rispetto alle ultime indiscrezioni che parlavano di 250-300. Confermiamo la nostra idea che la definizione di un deal sia probabile", scrive il broker.

 

(Giancarlo Navach, editing Claudia Cristoferi)

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.