Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

Titoli asiatici in calo, il Nikkei indietreggia mentre l'inflazione alimenta i timori della BOJ

Pubblicato 27.02.2024, 03:44
Aggiornato 27.02.2024, 03:43
© Reuters.

Investing.com-- La maggior parte dei titoli asiatici è in calo martedì a causa della cautela che permane prima di una serie di letture economiche chiave questa settimana, con il Nikkei 225 del Giappone che è sceso dai massimi storici dopo un dato sull'inflazione leggermente più forte del previsto.

I mercati regionali hanno preso spunto da una chiusura notturna mediocre di Wall Street, mentre il rally tecnologico ai massimi storici sembra essersi raffreddato. I futures statunitensi sono rimasti in sordina negli scambi asiatici di martedì.

Il Nikkei si allontana dai massimi storici, mentre l'inflazione incostante spaventa gli investitori

L'indice giapponese Nikkei 225 è sceso marginalmente, ritirandosi bruscamente dai massimi storici toccati all'inizio della giornata, in seguito ai dati indice dei prezzi al consumo di gennaio, leggermente inferiori alle attese.

Sebbene la lettura sia comunque diminuita rispetto al mese precedente, ha contribuito a far temere che la Banca del Giappone avrà maggiore impulso per porre fine alle sue politiche di controllo della curva dei rendimenti e di tassi di interesse negativi già ad aprile.

La BOJ ultra-dovish è stata un punto di sostegno fondamentale per i mercati giapponesi nell'ultimo anno, in quanto l'aumento dei tassi di interesse nel resto del mondo e l'indebolimento dello yen hanno fatto sì che gli investitori stranieri si riversassero sui titoli locali.

Ma la forte impennata delle valutazioni rende i titoli giapponesi particolarmente vulnerabili alle cattive notizie. L'economia giapponese è alle prese con una recessione inaspettata.

Tuttavia, l'indice generale TOPIX è salito dello 0,7% e ha raggiunto un livello record.

I mercati asiatici più ampi si sono ritirati prima di una serie di letture chiave sull'inflazione e sull'attività delle imprese questa settimana. L'indice australiano ASX 200 è sceso dello 0,3%, con l'attenzione rivolta al lettura mensile dell'inflazione di gennaio, previsto per mercoledì.

L'indice sudcoreano KOSPI è sceso dello 0,5%, estendendo le perdite alla seconda seduta consecutiva, mentre gli investitori hanno bloccato i profitti sui titoli tecnologici più importanti.

I futures per l'indice indiano Nifty 50 hanno indicato un'apertura leggermente debole, in linea con i suoi omologhi asiatici, dato che anche l'indice ha visto estese prese di profitto dopo aver toccato i massimi storici la scorsa settimana.

Il sentimento generale è stato anche placato dall'attesa dei dati statunitensi Indice dei prezzi PCE nel corso della settimana. La lettura è l'indicatore dell'inflazione preferito dalla Federal Reserve e si prevede che influisca sulle prospettive dei tassi statunitensi, che sono stati un punto chiave di contesa per i mercati asiatici.

Il rimbalzo della Cina si arresta, si attendono i PMI

Gli indici cinesi Shanghai Shenzhen CSI 300 e Shanghai Composite si sono mossi in una fascia piatta o bassa martedì, rimanendo poco mossi dopo aver interrotto un rally di otto sedute nella sessione precedente.

Le perdite nei titoli della Cina continentale e in quelli tecnologici hanno trascinato anche l'indice Hang Seng di Hong Kong al ribasso dell'1%.

Mentre ulteriori misure di stimolo da parte di Pechino hanno aiutato i mercati cinesi a rimbalzare dai minimi pluriennali, i mercati attendono ora segnali di effettivo miglioramento dell'economia.

Indice dei responsabili degli acquisti I dati di febbraio sono attesi in settimana e dovrebbero offrire segnali più chiari sulla maggiore economia asiatica.

Ultimi commenti

Cambiate spacciatore prima di scrivere gli srticoli
scrivete arretrano e invece chiudono in positivo. resettatevi un poco
È tutto verde. Scriveteli in chiusura gli articoli!
Ma se tutta l'Asia é verde... cosa ci mettete nel latte, la mattina? Procioni?
chiudono in positivo e scrivete...arretrato...boh
Appunto borreinsapere chi scrive ste str ate
Ma se è tutto verde
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.