Ricevi uno sconto del 40%
🚨 Mercati volatili? Trovare le gemme nascoste per ottenere una seria sovraperformanceTrova subito azioni

3 titoli da seguire questa settimana: Oracle, Adobe Systems, Twitter

Pubblicato 12.09.2022, 10:25
Aggiornato 09.07.2023, 12:31
  • Gli utili Oracle potrebbero mostrare che tutto il lavoro per portare i clienti sul cloud sta dando i suoi frutti.
  • Adobe sta risentendo delle oscillazioni di mercato, delle variazioni stagionali della domanda e dalla decisione di terminare le vendite in Russia e Biolorussia.
  • Gli avvocati di Elon Musk avrebbero trovato un altro motivo per terminare l’accordo con Twitter.
  • Wall Street ha interrotto una serie di tre settimane in calo con l’S&P 500 che ha chiuso a 4.067,6, su del 3,6% sulla settimana. Questa settimana, nel contesto di forti timori per l’inflazione e l’andamento dell’inflazione negli USA, ecco tre titoli che seguiremo da vicino:

    1. Oracle

    Il colosso dei software Oracle (NYSE:ORCL) rilascerà il report sugli utili del primo trimestre fiscale 2023 lunedì 12 settembre, dopo la chiusura dei mercati. Gli analisti si aspettano un profitto di 1,08 dollari su vendite da 11,33 miliardi.

    A giugno, la casa texana di Austin ha riportato degli utili positivi: una prova che tutto il lavoro per portare i clienti sul cloud sta dando i suoi frutti. Inoltre, l’acquisizione di Cerner Corp (NASDAQ:CERN) ha spinto la crescita.

    Oracle Fair Value per InvestingPro+

    Fonte: InvestingPro+

    Oracle sta cercando di alimentare la crescita della sua attività cloud e di creare un’impronta maggiore nel mercato in rapida crescita, guidato da Amazon (NASDAQ:AMZN), Microsoft (NASDAQ:MSFT) e Google di Alphabet (NASDAQ:GOOGL).

    La crescita delle vendite di cloud è stata superiore al 20% da quando Oracle, il secondo produttore di software per fatturato, ha iniziato a renderla nota lo scorso anno. Le azioni Oracle, che hanno chiuso venerdì a 75,91 dollari, sono scese del 12% quest’anno, facendo meglio dell’indice di riferimento Nasdaq Index.

    2. Adobe Systems

    Adobe Systems (NASDAQ:ADBE) rilascerà gli utili del terzo trimestre fiscale 2022 mercoledì 14 settembre, dopo la chiusura dei mercati. Per il produttore di Photoshop e di altri prodotti software e infrastrutturali si prevede un utile per azione di 3,34 dollari su un fatturato di 4,44 miliardi di dollari.

    Adobe, con sede a San José, in California, compete con Salesforce.com (NYSE:CRM) nel segmento delle tecnologie per il marketing e l’e-commerce. L’azienda sta cercando di incrementare la crescita espandendo la propria offerta commerciale e rafforzando al contempo il core business del software creativo.

    Adobe Financial Health per InvestingPro+

    Fonte: InvestingPro+

    A giugno, Adobe ha ridotto le previsioni di fatturato annuale, affermando che la sua attività sarebbe stata influenzata dalle fluttuazioni valutarie, dai cambiamenti stagionali della domanda e dalla decisione di interrompere le vendite in Russia e Bielorussia dopo l’invasione dell’Ucraina. Adobe, che realizza oltre il 40% delle sue vendite al di fuori delle Americhe, ha dichiarato che le sue entrate saranno ridotte di circa 175 milioni di dollari nella seconda metà dell’anno fiscale a causa delle variazioni valutarie.

    Le azioni di Adobe, che hanno chiuso venerdì a 394,60 dollari, sono scese di circa il 30% quest’anno.

    3. Twitter

    Le azioni Twitter (NYSE:TWTR) potrebbero andare sotto pressione dopo che gli avvocati di Elon Musk hanno dichiarato venerdì di aver trovato un altro cavillo che giustificherebbe la rescissione del contratto. L’uomo più ricco del mondo avrebbe quindi un altro asso nella manica per ritirarsi dall’accordo da 44 miliardi di dollari per l’acquisto della piattaforma social.

    Twitter Weekly Chart

    Source: Investing.com

    Gli avvocati di Musk, in un documento depositato venerdì, hanno affermato che, come parte dell’accordo di acquisto, Twitter avrebbe dovuto informare il miliardario prima di spendere 7,75 milioni di dollari in un accordo di separazione del 28 giugno con Peiter Zatko, l’ex capo della sicurezza della società.

    Gli avvocati di Musk hanno affermato di essere venuti a conoscenza dell’accordo di Zatko il 3 settembre, quando Twitter ha depositato i documenti in tribunale. Secondo un rapporto di Bloomberg, la prossima settimana Zatko dovrà testimoniare davanti a una commissione del Senato degli Stati Uniti sulle sue preoccupazioni in merito a problemi di sicurezza e privacy e al numero di bot presenti sulla piattaforma.

    Il titolo Twitter, che venerdì ha chiuso a 42,19 dollari, è stato estremamente volatile a causa della battaglia giudiziaria con Musk, che vuole porre fine all’acquisizione della società sostenendo che la piattaforma ha ingannato lui e gli investitori sul numero di account spam e bot tra i suoi oltre 230 milioni di utenti.

    L’inizio del processo è previsto per il mese prossimo,

    Nota: Al momento della scrittura, l’autore non possiede azioni menzionate nel presente articolo.

    ***

    Il mercato attuale rende più difficile che mai prendere la giusta decisione. Pensiamo alle sfide:

    • Inflazione
    • Disordini geopolitici
    • Tecnologie rivoluzionarie
    • Aumenti dei tassi di interesse

    Per gestire tutti questi fattori, sono necessari dati buoni, strumenti efficaci per valutarli e dettagli su quello che implicano. Bisogna eliminare l’emozione dall’investimento e focalizzarsi sui fondamentali.

    Per farlo, c’è InvestingPro+, con tutti i dati e gli strumenti professionali necessari per prendere decisioni di investimento migliori. Clicca qui per saperne di più

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.