Ricevi uno sconto del 40%
🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Titoli asiatici crollano per l'escalation Iran-Israele ed avvertimenti sui tassi di interesse

Pubblicato 19.04.2024, 04:38
AXJO
-
ESM24
-
IND50
-
TSM
-
KS11
-
SSEC
-
TOPX
-
CSI300
-
HSTECH
-

Investing.com-- La maggior parte dei titoli asiatici è scesa bruscamente venerdì, dopo che le notizie sugli attacchi israeliani all'Iran hanno fatto crescere ulteriormente le preoccupazioni per il peggioramento delle condizioni geopolitiche in Medio Oriente, mentre i persistenti avvertimenti sui tassi d'interesse statunitensi hanno anche penalizzato il sentimento.

Le forti perdite dei titoli tecnologici e dei produttori di chip hanno pesato, soprattutto a seguito di una previsione alquanto negativa sulla domanda di chip da parte del peso massimo del settore Taiwan Semiconductor Manufacturing Corp (NYSE:TSM).

Le notizie di esplosioni in Iran frenano la propensione al rischio

I titoli regionali sono scesi bruscamente negli scambi mattutini dopo che i media hanno riportato la notizia di esplosioni in Iran, aumentando i timori che Israele abbia reagito contro Teheran in seguito a un attacco avvenuto la settimana scorsa.

I notiziari iraniani hanno anche affermato che le esplosioni erano vicine agli impianti nucleari iraniani di Isfahan, il che potrebbe segnare una grave escalation nel conflitto mediorientale.

Le notizie hanno fortemente intaccato la propensione al rischio, provocando ampie perdite sui mercati asiatici. I titoli giapponesi sono stati i più colpiti, con l'indice Nikkei 225 che ha perso il 3,4%, mentre il TOPIX ha perso il 2,3%.

I dati di venerdì hanno mostrato che l'inflazione al consumo giapponese è cresciuta in gran parte come previsto a marzo.

L'indice australiano ASX 200 ha perso quasi il 2%, mentre le perdite dei titoli tecnologici più importanti hanno trascinato l'indice sudcoreano KOSPI in calo del 3,1%.

Le perdite in Cina sono state in qualche modo limitate dal persistente ottimismo su ulteriori misure di stimolo. Gli indici Shanghai Shenzhen CSI 300 e Shanghai Composite hanno perso rispettivamente lo 0,6% e lo 0,12%.

Ma le perdite nel settore tecnologico hanno trascinato l'indice Hang Seng di Hong Kong al ribasso dell'1,5%.

I futures sull'indice indiano Nifty 50 indicano un'apertura negativa, con l'indice che probabilmente seguirà i ribassi dei suoi omologhi regionali.

I titoli tecnologici e i produttori di chip crollano quando TSMC segnala prospettive più deboli

I titoli tecnologici sono stati i peggiori in Asia venerdì, con i produttori di chip in testa alle perdite dopo che il peso massimo TSMC (TW:2330) ha ridotto le sue prospettive di espansione nel settore dei chip per quest'anno. Il titolo è crollato di oltre il 6% negli scambi a Taiwan.

TSMC ha comunque registrato una forte crescita degli utili e ha persino indicato una prospettiva positiva per gli utili. Ma questo è stato ampiamente oscurato da un taglio alle previsioni del produttore di chip per la crescita del mercato dei semiconduttori nel 2024, con TSMC che ha citato la debolezza della domanda di elettronica di consumo come ampiamente superata dal miglioramento della domanda del settore dell'intelligenza artificiale.

TSMC funge da indicatore per l'intero settore dei chip e le sue previsioni hanno provocato perdite in tutti i settori.

Le sudcoreane SK Hynix Inc (KS:000660) e Samsung Electronics Co Ltd (KS:005930) hanno perso rispettivamente il 5,8% e il 3,5%, mentre le giapponesi Advantest Corp. (T YO:6857) e Tokyo Electron Ltd. (TYO: ) hanno perso il 5,5%. (TYO:8035) hanno perso il 5,7% e il 7,5%.

La cinese Semiconductor Manufacturing International Corp (HK:0981) ha perso l'1,9%.

I timori sui tassi pesano anche quando Bostic della Fed segnala un potenziale rialzo

Una serie di commenti da falco da parte dei funzionari della Federal Reserve ha pesato sulla propensione al rischio, in particolare quando il presidente della Fed di Atlanta Raphael Bostic ha avvertito che la banca potrebbe addirittura aumentare i tassi di interesse se l'inflazione rimanesse appiccicosa.

I commenti di Bostic hanno coronato una settimana di segnali di apertura da parte della Fed, che ha visto i trader ridurre drasticamente le aspettative di un taglio dei tassi a giugno.

Gli indici di Wall Street sono scesi giovedì, mentre i futures sugli indici azionari statunitensi hanno esteso le perdite negli scambi asiatici. S&P 500 Futures Nasdaq 100 Futures e Dow Jones Futures sono scesi tra l'1% e il 2% dopo le notizie sull'Iran.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.